Blog Post

Perchè portare in una fascia lunga?

Questo articolo vi permetterà di approndire diversi aspetti del portare in una fascia lunga. Con una fascia potrete portare il vostro bambino in vari modi e posizioni. Naturalmente nel momento in cui avrete fatto un pò di pratica, scoprirete di preferire alcune posizioni rispetto ad altre, questo in base allo stadio di sviluppo del bambino o alle attività che state facendo. Non è necessario che si sviluppi confidenza con tutte le posizioni così come non tutte le posizioni risultano ugualmente confortevoli per tutti i bambini e per tutti i genitori. Ma ora vediamo i 3 motivi per cui la fascia lunga è un’ottimasoluzione per voi e per il vostro bambino.

POSIZIONE M

1) SALUTARE, COMODO E SEMPLICE

Portare il vostro bambino in fascia vi semplifica la vita ed ha un influsso positivo sullo sviluppo psicomotorio, intellettuale ed emotivo del bambino. Le fasce sia elastiche che rigide sono realizzate in un tessuto particolarmente morbido, non hanno nodi, cinghie o altre chiusure che potrebbero far male. La struttura della maglia permette un supporto ottimale. Con il bambino posizionato in modo sicuro nella fascia, comodamente appoggiato al vostro corpo sarete liberi di muovervi e seguire le vostre abituali attività.

Allattare il bimbo in fascia sarà semplice e discreto. Anche quando l’avvio dell’allattamento è difficile, la fascia risulta ideale, in quanto la vicinanza del vostro bambino stimola la produzione di prolattina (l’ormone responsabile della produzione del latte materno) e vi permette di percepire, grazie a segnali quali l’agitazione, la suzione o lo sbavare, quando il bambino desidera attaccarsi al seno. Una fascia lunga occupa poco spazio e la potrete portare con voi ovunque. E’ molto pratica in strade affollate, sul bus, in metropolitana o per una passeggiata nel bosco. In questo modo eviterete le ruote del passeggino sporche in casa ed inoltre, come portatore, sarete il migliore ammortizzatore del vostro bambino.

2) UNO SVILUPPO BILANCIATO

Dopo nove mesi di calore, movimento e costante contatto con la mamma, dal momento del parto il bambino subisce grandi cambiamenti e ha ancora grande bisogno di contatto corporeo con i genitori. I bambini che vengono portati sulla pancia traggono vantaggio dal contatto fisico diretto. Nelle fasce si sentono sicuri e prottetti. Tutti i bambini hanno “fame” di contatto corporeo.

Dalla posizione protetta della fascia il bambino percepisce l’ambiente che lo circonda da un posto sicuro. Vicino alla sua mammma riesce ad elaborare gli innumerevoli stimoli che lo circondano e che così non gli incutono più paura. La sensazione di protezione e sicurezza porta allo sviluppo di una propria immagine positiva e crea le basi per una personalità sicura di sè. In una fascia porta bimbo il bambino non viene costretto a vivere la sua giornata in modo passivo e di attesa mapartecipa in modo naturale alle attività dei genitori.

In questo modo il bambino può vedere e sentire tante cose che vanno a stimolare il suo sviluppo psicosociale e in una posizione sicura ha la possibilità di comunicare a livello visivo e verbale con gli altri e con il mondo che lo circonda. Quando è stanco può semplicemente girarsi verso il genitore e chiudere gli occhi per addormentarsi.

Anche lo sviluppo fisico viene stimolato in vari modi. I movimenti ed il contatto stimolano lo sviluppo della motricità. Il bambino nella fascia può liberamente toccare, accarezzare afferrare e stringere. Lo sviluppo dei muscoli e delle articolazioni viene stimolato portando il bambino nella posizione M. Anche per i neo-papà per cui è meno semplice creare un legame con il proprio bambino, come invece lo è per le neo mamme, portare in fascia aumenta l’interazione e quindi l’attaccamento.

Studi scientifici hanno dimostrato che i bambini portati piangono meno e soffrono meno di crampi o di reflusso rispetto ai bambini che vengono portati poco.

3) LA MIGLIORE ERGONOMIA

Una fascia porta bibmo è il modo più ergonomico di portare un bambino, sia per i genitori sia per il bambino stesso. Portate il vostro bambino vicino al corpo nella posizione M, con le ginocchia più alte rispetto alle anche: la schiena mantiene così una naturle curvatura.

In questa posizione M, la schiena del bambino viene sostenuta evitando tensioni muscolari e favorendo un corretto sviluppo delle anche principalmente fatte di cartilagine che, nel primo anno di vita viene sostituita da materiale osseo.

Questo processo è facilitato dall’assunzione della posizione M che garantisce un corretto posizionamento delle ossa e delle articolazioni. La parte di gamba al di sotto del ginocchio e i piedini dovrebbero essere  completamente liberi. Se le gambe dovessero pendere completamente verso il basso, come è il caso di tanti altri sistemi di porta bimbi, o come nel caso della posizione fronte mondo, la schiena si incurverebbe verso l’interno e non si troverebbe in una posizione ergonomica.

 POSIZIONI

Potete distribuire il tessuto da ginocchio a ginocchio, indipendentemente dall’età del vostro bambino, che abbia 2 mesi o 2 anni, in questo modo sarà sempre completamente appoggiato e rilassato. Essendo così vicino a voi sarete in grado di rispondere meglio alle sue esigenze. La fascia sarà l’ideale anche per voi genitori perchè il peso del bambino sarà ben distribuito in modo uniforme sul busto e sui fianchi attraverso le larghe fasce che coprono entrambe le spalle. Potrete così portarlo per molte ore senza tensioni sulla schiena e sul collo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts

Una fascia innovativa: la Tricot slen Cool

Un’innovativa fascia lunga porta bebè realizzata in una fibra tecnica nuova, il NewLife, 100%